Saluti

Il saluto dell'Arcivescovo

In occasione della solennità dei Santi Patroni dell'Arcidiocesi Erasmo e Marciano rivolgo un affettuoso saluto al parroco Don Antonio Centola, al comitato organizzatore dei festeggiamenti e all'istituto Nautico Caboto che anche quest'anno offrirà la sua preziosa collaborazione. Questo impegno dimostra il nostro affetto verso i Patroni.

"O celeste patrono del mare" con queste parole si apre l'inno dei Santi Erasmo e Marciano, è un invito a rivolgere un pensiero a quanto di più prezioso c'è nel nostro territorio: il mare. Il mare, simbolo dell'esistenza e della vita, era visto da molti popoli come luogo di minaccia e di difficoltà. È difficile guardare il mare con serenità se non si hanno gli strumenti idonei per intraprendere la navigazione e seguire la giusta rotta. I nostri Santi Patroni per primi hanno superato la paura di intraprendere il largo e ci ricordano che strumenti quali, fede, preghiera, giustizia, dono di sé sono fondamentali per mantenere ben salda la rotta del mare e della vita. A loro chiediamo di vigilare sui tanti ragazzi che, con enormi sacrifici, intraprendono la "via del mare" per trovare un lavoro sicuro, un paese sicuro e la possibilità di vivere una nuova vita.

† Luigi Vari
Arcivescovo

 

Il saluto del Parroco

Carissimi,

i festeggiamenti in onore dei santi Erasmo e Marciano, Patroni della Città e dell'Arcidiocesi di Gaeta, tornano a riunire la comunità della nostra parrocchia per fare memoria di coloro che hanno annunciato Gesù e il suo Vangelo con la testimonianza e il martirio in questa nostra terra.

I santi vescovi Erasmo e Marciano hanno fatto esperienza dell'"incontro gioioso" con Cristo Signore e hanno incarnato nella loro vita il "lieto annuncio" del suo Vangelo. È questa la dinamica della fede: un incontro che coinvolge (e stravolge!) la vita. I nostri celesti Patroni continuano così a ricordarci che la fede in Gesù avvolge la nostra vita per consegnarla alla gioia.

Festeggiare i santi Erasmo e Marciano significa per tutti noi ritornare alle sorgenti di questa fede, che l'odierno contesto secolarizzato e uno sbilanciamento devozionale e tradizionalistico possono offuscare.

A partire da queste considerazioni, ho pensato di proporre di vivere il novenario di preparazione alla festa patronale riflettendo sull'esortazione apostolica di Papa Francesco Evangelii gaudium.

L'augurio - che si fa preghiera al Signore per intercessione dei santi Erasmo e Marciano - è che ciascuno possa sperimentare la fede quale incontro gioioso con il Signore: una gioia possibile nella misura in cui la vita diventa sempre più annuncio e testimonianza del lieto annuncio del Vangelo. La vita dei credenti sarà davvero "cristiana" se prenderà sempre più la "forma" di Cristo Gesù: tale vita è capace ancora di essere seme fecondo capace di far germogliare gioia e speranza nei solchi dell'umanità di oggi. L'augurio - in particolare per la nostra Parrocchia - è che la devozione e la tradizione siano sempre coniugate con la necessità di produrre "significato" nell'oggi così che ciò che spinge a far festa noi possa essere consegnato alle generazioni future attraverso la "buona" e "gioiosa" testimonianza della nostra fede.

Buona festa a tutti!

Il Parroco
Don Antonio Centola

 

Il saluto del Sindaco

Come ogni anno la nostra Città si ritrova unita per festeggiare i riti e le tradizioni legate ai Santi Patroni Erasmo e Marciano, occasione di amore fraterno e concordia civica.

Sia pure nella dovuta sobrietà, la celebrazione della Festa Patronale deve tenere desto nei cuori di tutti il sentimento della solidarietà, soprattutto verso coloro che in questo momento vivono un momento di dolore e di disagio, o lontano dai luoghi dove sono nati.

Ringrazio il comitato festa patronale e la comunità parrocchiale per il lavoro profuso per l'organizzazione dell'evento, sicuro che questa festa possa essere gradita dai nostri concittadini e dai numerosi forestieri ai quali va il benvenuto mio e dell'Amministrazione comunale.

Con questo spirito ci accingiamo a celebrare insieme la Festa Patronale in onore dei Santi Erasmo e Marciano, rinnovando il grande senso di devozione e di affetto nei loro confronti.

Il Sindaco
Dr. Cosmo Mitrano